in blog

Tre ragioni (più una) per usare open-street-map

Una delle tendenze degli ultimi anni è lo sviluppo di soluzioni connesse alla posizione dell’utente.

La parola chiave è geolocalizzare ovvero risalire alla posizione dell’utente per offrire servizi di prossimità. Insomma un buon filtro ed un nuovo canale commerciale.

Siti, portali di turismo, società di trasporto e strutture alberghiere fanno uso di mappe. In molti casi però, l’uso delle mappe geografiche commerciali è costoso e non garantisce servizi in più rispetto alle mappe di open-street map.

Esiste una risorsa in rete, molto utile, che ci guida passo passo durante la transizione dall’uso di mappe commerciali all’uso di mappe libere: http://switch2osm.org.

Vi riassumo però le 3 ragioni per passare ad openStreetMap:

  1. Usare OpenStreetMap non ti costa nulla 
    OpenStreetMap è open data, la licenza dice che puoi copiare i dati e usarli gratuitamente, come più ti piace senza nessun addebito. E se non puoi ospitare direttamente i dati ci sono tanti partner che lo fanno per te, e sempre senza costi.
  2. Personalizzazione delle mappe 
    I provider di mappe commerciali non ti permettono di personalizzare le mappe come desideri, non tutte le opzioni sono modificabili. Con Open street map invece puoi personalizzare qualsiasi aspetto della visualizzazione.
  3. Dettagliate, precise e aggiornate
    Ti sei accorto che una strada non è ben segnalata, oppure un edificio non è al posto suo? bene sistemalo, comunicalo e vedrai l’aggiornamento al più presto. Con le mappe commerciali non puoi farlo.

È più facile di quanto si pensi
Non c’è limite a quello che si può fare con OpenStreetMap e non è necessario spendere molto tempo per iniziare.
È possibile passare a OSM in meno di un’ora iniziando ad usare strumenti come Leaflet API e le mappe open di MapQuest.